Corrosion Of Conformity – Blind

La società è composta di due grandi categorie di persone: chi ha più cibo che appetito, chi ha più appetito che cibo.

Nicolas Chamfort

This slideshow requires JavaScript.

 

Band: Corrosion Of Conformity

Album: Blind

Data di pubblicazione: 5 novembre 1991

Label: Relativity Records

Tracklist:

1) These Shrouded Temples…
2) Damned For All Time
3) Dance of The Dead
4) Buried
5) Break The Circle
6) Painted Smiling Face
7) Mine Are The Eyes of God
8) Shallow Ground
9) Vote With a Bullet
10) Great Purification
11) White Noise
12) Echoes In The Well
13) …Remain

Traccie bonus estratte dall’ep Vote With A Bullet

14) Condition A/Condition B
15)Future Now
16)Jim BeamAnd The Coon Ass

 

Line – up:

Karl Angell – Voce

Woody Weatherman – Chitarra ritmica e lead

Pepper Keenan – Chitarra lead e ritmica, cori e voce su Vote With A Bullet

Phil Swisher – Basso

Read Mullin – Batteria, cori

Blind è stato prodotto da John Custer e i Corrosion Of Conformity.

Co prodotto con il tecnico dell’audio Steve McAllister.

Mixato da Garris Shipon e John Custer.

Registrato e mixato nei Baby Mnoster Studios, NY.

Masterizzato da Tony Dawsey/Masterisk,NY.

Nessun sintetizzatore è stato utilizzato per questo disco.

L’artwork è a cura di Bill Sienkiewicz.

Tutte le musiche sono state scritte dai Corrosion Of Conformity.

Tutti i testi a cura di Agell/Keenan eccetto per Great Purification scirtta da Swisher.

Pubblicato per la Corrosive Music/BMI/Bug Music, Inc. Eccetto per Future Now si Rob Tyner, pubblicata per la City Music/Warner Tamerlane Publishing Corp. Originariamente eseguita dagli MC5.

La copia di Blind in mio possesso è stata rilascata dalla HNE Recordings, affiliata della Cherry Red Records.

 

Malcom Dome in una conversazione con John Custer.

1) Come hai fatto ad essere coinvolto con i COC?

Ho visto la band nella Dorton Arena a Raleigh, nel Nord della Carolina anni prima delle sessioni di Blind. Salirono sul palco e scoppiò una rivolta.

La gente provinciale nel Nord della Carolina all’epoca non aveva coltivato un apprezzamento oltre Bon Jovi, e non erano felici dell’esibizione senza restrizioni dei COC.

La corrente fu staccata qualche istante durante la prima canzone quando scoppiò la rissa.

Andai nel backstage e gli dissi he l’incidente avrebbe potuto giocare a loro favore dal momento che ne avrebbero parlato.

Loro erano distratti comunque, occupati nell’essere arrestati e ltro. Penso che fu il 1985, ma non ne sono sicuro.

2)Quale pensi sia stato il tuo più grande contributo a Blind?

La sfida che si profilava davanti a noi era multisfaccettata. Prima di tutto, la band era fondata nei territori punk-hardcore-crossover, e stavano transitando  in una più ampia gamma di stili musicali con una nuova formazione su Blind.

Le canzoni richiedevano molti elementi da una più ampio campo di stili musicali, e il modo di suonare della band e la composione erano in chiara evoluzione.

Quindi, con le nuove registrazioni siamo dovuti rimanere fedeli agli elementi dei lavori precedenti, mentre facevamo spazio ai nuovi approcci e possibilità che la band volette esplorare ed eseguire.

Un ordine di altezza su tutti i fronti.

In secondo luogo,  c’è stata una responsabilità di trasmettere con successo l’oscurità del materiale. Per rappresentare esattamente un decaduto sistema politico e socilogico e l’indignazione dello spirito di una generazione.

In terzo luogo, Pepper e Woody volevano una varietà di toni e colori nelle traccie delle chitarre. All’epoca molti album erano suonati dall’inizio alla fine con lo stesso tono di chitarra. Noi volevamo variare i toni da canzone a canzone per poter servire la potenza del brano e per servire il porposito del testo.

Lo abbiamo fatto con solo due amplificatori, e sperimentando all’impazzata con molte idee. Io fornii abbastanza opzioni per i musicisti, così potevamo scartare  quello che non serviva ala brano e tenevamo il resto.

Come per il resto, ci furno problemi per accordare e problemi tecnici da risolvere…e altre idee vennero fuori mentre le registrazioni proseguirono,ma soprattutto provai ad aumentare la grandezza dei musicisti o idee o possibilità di suono; ed è così che è andata.

3)Qual’è stata la canzone più difficile da realizzare, e perchè?

Dance Of The Dead è stata difficile per tutte le sue caratteristiche. La caratteristica del suono progettao della folla,i doppi assoli ecc. Comunque l’abbiamo affrontata tutti insieme.

4)Come ti senti sapendo che l’album ha resistito a tutto questo tempo?

E’ stato menzionato constantente “da quelli che conosco” che è un grande onore. Decibel Magazine, altri devoti e conoscitori dell’heavy, hanno lodato l’impatto dell’album e l’impressiva oscurità.

E’ una grande sensazione averne fatto parte , con tali visionari e musicisti killer. E’ un disco che è stato menzionato come ispirazione da innumervoli band. Ovvialemnte il genio della band è il suo singolare approccio, attaccando corruzzione e razzismo e lasciando alimentare il terrore in come navigavano il loro processo artistico.

Loro hanno le doti per tramutare le loro visioni, dome la maggior parte delle band inanellano un sacco di note, atleticamente.

La ragione possibile della continua risonanza dell’album potrebbe essere che è concettualmente intelligente pur essendo musicalmente pungente. Forse questo è il segreto. Dicotomia.

 

Sito web: http://coc.com/

Facebook: https://www.facebook.com/corrosionofconformity

ReverbNation: https://www.reverbnation.com/corrosionofconformity

Twitter: https://twitter.com/coccabal

 

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s