Of Ghost And Gods Europe Tour 2016 Kataklysm + Septicflesh + Aborted

Quelle che seguono sono delle foto che sono riuscito a scattare durante l’ultima tappa nel Regno Unito del Of Ghost And Gods Europe Tour 2016, il quale ha visto come headliner i canadesi Kataklysm con due special guests d’eccezzione: i greci Septicflesh e i belgi Aborted. Il concerto si è svolto il 20 febbraio presso The Undeworld, nella zona di Londra Camden Town, Regno Unito.

Scrivere un resoconto  della serata sarebbe abbastanza ostico per me, in quanto tutte e tre le band hanno tenuto il palco con una professionalità e con un’attitudine impeccabile; non scordiamoci che i gruppi protagonisti dello spettacolo sono sulla scena musicale dagli inizi degli anni ’90 (il debutto dei Septicflesh risale al demo Forgotten Path del 1991, a seguire i Kataklysm con The Death Gate Cycle of Reincarnation datato 1992 e infine i più “giovani” Aborted con il demo The Splat Pack  rilasciato nel 1998).

Il conceto non ha deluso le mie aspettative, mi attendevo una serata dove il death sarebbe stato sciorinato in quasi stutte le sue salse e così è stato, con mia somma delizia. Se dovessi cercare l’ago nel pagliaio dovrei dire che la band di apertura, Aborted, e gli headliner, Kataklysm, non mi hanno totalmente conquistato, mi hanno dato l’impressione di essere delle band che, personalmente, reputo sì valide ma solo da un unico disco nella mia collezzione, perchè il resto è solo copia e incolla. Ma attenzione, questa è solo -e tendo a specificarlo- un’opinione estremamente personale e che nel futuro potrebbe cambiare, e ricordatevi: De gustibus non disputandum est.

Al contrario, dal momento in cui i greci Septicflesh hanno calcato il palco e suonato la prima nota fino alla conclusiva Prometheus, l’esibizione è stata solo e semplicemnte magia pura. Lo devo ammettere, sono estremamente di parte quando si parla dei Septicflesh. La loro scaletta ha pescato  a piene mani dall’ultimo Titan (devo dire che i brani War In Heaven, Order of Dracul, Prototype  e la stessa titletrack mostrano un appiglio maggiore in sede live), da The Great Mass (incommensurabile l’energia che sprigiona Pyramid God dal vivo) e da quel Communion (la titletrack e l’anthemica Anubis) che sancì il ritorno sulle scene dopo lo scioglimento avvenuto nel 2003.

This slideshow requires JavaScript.

Kataklysm

septicflesh_logo

aborted

 

 

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s